Canyon De Chelly National Monument


Se queste rocce potessero parlare…
Potrebbero dirvi che per quasi 5000 anni la gente ha vissuto in questi canyon – più a lungo di chiunque altro abbia vissuto ininterrottamente in qualsiasi altro luogo del Colorado Plateau. Le loro case e le loro immagini ci raccontano le loro storie. Oggigiorno le famiglie Navajo costruiscono le loro case, allevano il bestiame e coltivano le terre nel canyon. Il National Park Service e la Navajo Nation stanno lavorando attivamente insieme per preservare le risorse del parco.

Il luogo chiamato Tseyi’
canyon-de-chelly-197435_1280Milioni di anni di sollevamenti tettonici ed erosione dell’acqua hanno creato le coloratissime pareti rocciose del Canyon de Chelly. Sorgenti di acqua naturale ed un terreno fertile hanno fornito varietà di risorse, incluse piante e animali che hanno sostenuto le famiglie per migliaia di anni. Gli antichi Pueblo trovarono nel canyon un luogo ideale per coltivare il grano e crescere le famiglie. I primi abitanti costruirono case nella roccia che furono poi rimpiazzate da abitazioni più sofisticate quando altre famiglie migrarono nella zona. Molte abitazione vennero costruite nelle alcove per avvantaggiarsi del sole e dalla protezione naturale. La gente vi prosperò fino alla metà del 1300 quando i Pueblo abbandonarono il canyon per trovare migliori terre da coltivare.

Discendenti dei Pueblo, gli Hopi migrarono nel canyon per coltivare campi navajos nel canyondi grano e frutteti di pesche. Sebbene gli Hopi si stanziarono permanentemente sulla cima delle mesa, gli Hopi continuano a mantenere salde le loro tradizioni che risaltano anche dalle loro case e kivas.

canyon-de-chelly-941965_1280Imparentati con il popolo Athabaskan del Canada del nord e dell’Alaska, i Navajo si stanziarono nel Sudovest fra le quattro montagne sacre. I Navajo, o Dine’ come si chiamano fra loro, continuano a crescere famiglie e a coltivare il grano proprio come facevano gli “Antichi”. Le fattorie, il bestiame e le hogan (le tipiche capanne) dei Dine’ sono visibili dai bordi del canyon.

Il Canyon de Chelly National Monument venne autorizzato nel 1931 dal Presidente Herbert Hoover, in larga parte per preservare le importanti risorse archeologiche che spaziano in oltre 4000 anni di occupazione umana. Il parco ricopre circa 84000 acri di terra situata interamente della Navajo Nation con approssivamente 40 famiglie residenti all’interno dei confini del parco. Il National Park Service e la Navajo Nation condividono le risorse e continuano a lavorare in partnership per presercare questo luogo speciale.

Cosa fare nel parco
SCENIC DRIVES (Strade Panoramiche): dal Visitor Center partono due strade asfaltate che costeggiano il canyon e portano a diversi punti panoramici (overlooks) che danno eccellenti vedute sul canyon sottostante. Mettere in conto almeno 2 ore per ogni percorso, per visitare 3 overlooks sulla North Rim Drive e 7 overlooks sulla South Rim Drive.

ESCURSIONI A PIEDI AUTOGUIDATE: a circa 6 miglia (9,5 km) dal Visitor Center c’è un percorso pubblico da fare a piedi che porta al White House Ruin Overlook; l’escursione richiede 2 ore (andata e ritorno) per percorrere 215 mt di saliscendi fino alle rovine della Casa Bianca (White House Ruin). Non sono ammessi animali lungo il percorso.

RANGER LED PROGRAMS: le attività gestite dai Ranger, incluse le escursioni a piedi, sono generalmente offerte dal Memorial Day (ultimo lunedì di maggio) fino al Labor Day (primo lunedì di settembre). Verificate al Visitor Center il programma delle attività estive.

CANYON TOURS: i tour all’interno del canyon richiedono un permesso oltre ad avere una guida autorizzata che vi accompagni. I permessi sono gratuiti e disponibili al Visitor Center durante il normale orario di lavoro. Escursioni a piedi, a cavallo o in auto sono fornite da guide e compagnie private.

CAMPING: è possibile campeggiare al Canyon de Chelly.


Loading
Centra mappa
Traffico
In bicicletta
Trasporti

Se state organizzando un viaggio negli USA, non esitate a servirvi di tutta l'esperienza che noi di Americhiamo vi mettiamo a disposizione, sotto forma di consulenza gratuita, personalizzata e senza obblighi di alcun genere (leggete qui per saperne di più su come funziona). Non esitate quindi a contattarci per qualsiasi dubbio, domanda o richiesta, così come per richiedere la nostra consulenza gratuita e personalizzata!



Condividi:

Commenti chiusi