Perchè Boston è chiamata “Beantown”?

Quale soprannome suona più strano fra: “The Athens of America” (La Atene d’America), “The Cradle of Liberty” (La Culla della Libertà), “The Hub of the Universe” (Il Centro dell’Universo) o “Beantown” (Città Fagiolo)? La più grande città del New England è conosciuta per tutti e quattro quei soprannomi, eppure l’ultimo salta subito all’occhio per essere il più strano. Quindi, in primo luogo, in che modo Boston ha ottenuto un nomignolo così strano?

Non c’è una risposta definitiva, ma questo non ha fermato gli storici dal fare speculazioni. Una teoria si basa sul fatto che il Massachusetts è stato a lungo noto per i suoi fagioli stufati, una tradizione che risale alle radici dei suoi Nativi Americani. Tuttavia, alla fine del 1600, l’area era sinonimo di un prodotto totalmente diverso: il rum. Insieme ai suoi vicini di Rhode Island, gli abitanti del Massachusites distillavano alcol in massa, consentendo alla loro colonia di entrare a far parte del “Triangle Trade”. I distillati di Boston venivano solitamente portati in Africa, dove veniva scambiato con nuovi schiavi. A loro volta, venivano poi scambiati con (fra le altre cose) melassa, un ingrediente chiave per fare il rum.

Ma la melassa aveva un’altra funzione culinaria: i coloni iniziarono a metterla nei loro fagioli stufati. Sebbene i nativi usassero tradizionalmente lo sciroppo d’acero, questo nuovo metodo di preparazione si diffuse a macchia d’olio nella grande area di Boston. Alla fine – secondo la leggenda – i marinai ed i mercanti sulla rotta triangolare iniziarono a chiamare la città “Bean Town.”

Un’altra storia dipinge un quadro molto diverso. Durante l’estate del 1890, Boston ospitò una convention di veterani della Guerra Civile. Per commemorare questo raduno, la Beverly Pottery Company distribuì come souvenir piccoli vasi di fagioli decorati con fiocchi di raso. In seguito, quando gli fu chiesto dove avessero ricevuto un regalo così carino, molti dei veterani risposero “bean-town”.

Però, forse la colpa è di una trovata pubblicitaria. Nel 1907, Boston inaugurò la sua prima Old Home Week annuale. Gli ex residenti vennero incoraggiati a tornare a visitare i vecchi luoghi dove avevano vissuto, durante una settimana di celebrazioni. Una campagna pubblicitaria aggressiva aiutò ad attirare l’attenzione di tutto il Paese sull’evento, con poster e adesivi distribuiti in tutta la nazione, molti dei quali includevano immagini di pentole di fagioli. Man mano che la baldoria annuale saliva, slogan turistici come “Non conosci i fagioli finchè non vieni a Boston” cominciarono a prendere piede. Teoricamente, il termine “beantown” potrebbe essere nato durante questo processo.

 


Se state organizzando un viaggio negli USA, non esitate a servirvi di tutta l'esperienza che noi di Americhiamo vi mettiamo a disposizione, sotto forma di consulenza gratuita, personalizzata e senza obblighi di alcun genere (leggete qui per saperne di più su come funziona). Non esitate quindi a contattarci per qualsiasi dubbio, domanda o richiesta, così come per richiedere la nostra consulenza gratuita e personalizzata!



Condividi:

I commenti sono chiusi